Certificazione sistema di gestione ambientale ISO 14001:2004
Il Comune di Campo Ligure ha ottenuto la Certificazione sistema di gestione ambientale ISO 14001:2004

Prossimi eventi
Valida il codice di marcatura della pagina [attenzione: la pagina si aprirà in una nuova finestra] Valida i fogli di stile di questo sito [attenzione: la pagina si aprirà in una nuova finestra] Dichiarazione di conformità al Livello Doppia-A delle Linee Guida per l'Accessibilità dei Contenuti per il Web 1.0 [attenzione: la pagina si aprirà in una nuova finestra]

» NUOVE MODALITA' ACQUISTO BUONI MENSA

Home > NUOVE MODALITA' ACQUISTO BUONI MENSA

DETRAZIONE FISCALE E NUOVE MODALITA’ DI ACQUISTO DEI BUONI PER LA MENSA SCOLASTICA

A seguito dell’introduzione della lettera e-bis all’art. 15 comma 1 del T.U.I.R. sono riconosciute come
detraibili le spese sostenute per la refezione scolastica, fino all’ammontare di € 400,00 per un beneficio fiscale di € 76,00, come specificato dalla circolare n. 3/E del 2 marzo 2016 dell’Agenzia delle Entrate.

PER IL 730/2015

Coloro i quali desiderano usufruire dei detta detrazione sul 730/2015 debbono richiedere il rilascio della certificazione scolastica agli uffici comunali.

Si ricorda che è necessaria l’apposizione di una marca da bollo di 2 euro se l’importo supera i 77,46 euro.

PER IL 730/2016 e successivi

Al fine di rendere certificabile la spesa per la refezione sostenuta nel corrente anno solare 2016, in vista della dichiarazione dei redditi 2016, sarà possibile acquistare i buoni mensa effettuando il versamento di
€ 20,00 per ogni blocchetto da 5 buoni tramite bonifico presso la Tesoreria Comune:

BANCA POPOLARE DI MILANO

IBAN: IT 66 F 05584 31890 000000000405

Nella causale del versamento vanno indicati chiaramente:

- NOME E COGNOME DELL’ALUNNO
- CLASSE FREQUENTATA
- NUMERO DI BUONI ACQUISTATI
- LETTERA E-BIS ART. 15 COMMA 1 TUIR

Esempio Causale Bonifico:

     ACQUISTO 10 BUONI PASTO


ROSSI CARLA

CLASSE I ELEMENTARE

(LETTERA E-BIS ART.15 COMMA 1 TUIR)

 


La banca rilascerà quietanza in bollo (€ 2,00) per importi superiori ad € 77,46.

I buoni mensa così acquistati potranno essere ritirati presso gli uffici comunali, presentando la ricevuta di versamento.

Nel 730/2016 sarà possibile portare in detrazione (salvo modifiche legislative) le spese sotenute nel corso del 2016 per la mensa scolastica dei figli presentando le quietanze di pagamento.

Sarà comunque possibile acquistare i buoni mensa anche in contanti ma in tal caso, per l’anno 2016 e successivi, non potrà essere effettuata la certificazione della spesa e pertanto non potranno essere portati in detrazione nella dichiarazione dei redditi.

 


 

CLICCA PER FORMATO STAMPABILE